-Q-

La consonante /qu/ della lingua italiana, spesso diventa /ch/ nelle forme /que/, /qua/. Questa diventa chesta e quella diventa chella. Qualchevolta cacchevota.

quńcch(io):

s.m.

Cappio. etim. Latino "capulum", ci˛ che serve per "cÓpere", prendere.

QuÓglia-quÓglia:

top.

"U vico i quaglia-quaglia". Denominazione popolare  di vico Giardino Trotti.

quagliń(re):

v.tr.

Coagulare, concludere positivamente.  etim. Latino volgare "quagulare".

quagl(i)tiÚll(o):

s.m.

Il rapprendersi del latte. 

quńgl(io):

s.m.

Caglio. etim. Latino volgare "quagulum".

quaquýglia:

s.f.

Conchiglia. etim. Greco "konkhylion". 

quaquýna:

s.f.

Gabbiano. / Ragazza sveltina. Guaguina. etim. Francese "coquine". 

quar(e)s(i)mÓl(e):

s.m.

Biscotto con mandorle del periodo della Quaresima.

quartiÓrs(e):

v.rifl.

Farsi da parte. Piegarsi su un lato e sull'altro nel camminare.

quartin(o):

s.m.

Appartamentino.

quÓt(e)n(o):

s.m.

FinalitÓ, scopo. Veni' a quateno. etim. Latino "quatenus".

quatrÓmma:

s.f.

Voce gergale della parlesia per indicare la casa. U jammo ra quatramma: Il padrone di casa.

quatrÓna:

s.f.

Contadina.

quatranŔlla:

s.f.

Donna bassina.

quatrigliŔ:

s.m.

Quadretti del disegno di stoffa, scacchi. Lappese a quatrigliŔ etim. Francese "quadrillÚ". 

quatrill(o):

s.m.

Quadretto.

quatt(e)rÓna:

s.f.

Vagina di donna da poco. Quattro grani costava la marchetta delle donne della Mbrecciata, il pi¨ malfamato quartiere di Napoli.

quattr˛cch(io):

s.m.

Chi porta occhiali.

QuatturaniÚll(o):

nom.

Soprannome di un noto imprenditore di pompe funebri. Schiattamuorto.

quŔqu(e)r(o):

s.m.

Uomo noioso e ridicolo nel vestire.

quicqu(e)r(o):

s.m.

Caprone, cornuto.

quinnicýna:

s.f.

Periodo di due settimane. All'epoca nei casini si effettuava il cambio delle signorine ogni quinnicina.