DECORI ARCHITETTONICI

ARCHITETTURA TORRESE





Patrimonio architettonico

S. GIORGIO A CREM.

Fu Carlo III di Borbone l'antesignano dell'arricchimento del territorio vesuviano, da S. Giorgio a Cremano alle porte di Torre Annunziata. Nel 1739 fece costruire il Palazzo Reale di Portici.
Man mano il lato costiero del Vesuvio fu un manto di ville. Oltre 30 trenta ne furono costruite lungo il Miglio d'Oro da Ercolano a Torre del Greco e sono le ville che hanno fatto pi¨ storia.
Le Ville vesuviane della localitÓ S. Giorgio a Cremano sono molte perci˛ mi limito a segnalarne l'ubicazione. Esse non sono d'eccezionale interesse storico-architettonico come le consorelle del Miglio d'Oro, ma conservano ugualmente la loro importanza.
Villa Avallone, via Pessina - Villa Bonocore, via Manzoni - Villa Borrelli, Via Buozzi - Villa Bruno, via Cavalli di Bronzo - Villa Caracciolo, Via Pessina - Villa Carsana, via Pessina - Villa Carafa Percuoco, Via Buozzi - Villa Cerbone,Via Pessina - Villa Cosenza, via Cavalli di Bronzo - Villa Giarrusso, Via Buozzi - Villa Galante, Villa Marullier Villa Righi, Villa Jesu, Villa Leone, Villa Menalevia -Villa Olimpia, Villa Zampaglione tutte a Via Pessina - Villa Lignola, Via Galante - Villa Marulli, Via Bernab˛ - Villa Pignatelli, Largo Arso - Villa Pizzicato - Via Pittore - Villa Salvetella, Via S. Anna - Villa Sinicopri, Via Pittore - Villa Tanucci, Via De Gasperi - Villa Tufarelli, via Tufarelli - Villa Ummarino, Via Antonio Gramsci - Villa Vannucchi, via Roma.

           PORTICI
Per volontÓ, quindi, dei sovrani e delle famiglie gentilizie che volevano villeggiare nel clima salubre e mite della costa vesuviana vantiamo ancora oggi, in buona parte, uno dei patrimoni architettonici e storici pi¨ importanti d'Italia. Le ville nell'aria porticese sono:
Palazzo Lauro Lancellotti, munito di un mirifico parco fino al mare. Villa Menna costruita intorno al 1750 e ristrutturata nel 1800. S'impone il vecchio androne gli magnifichi stucchi, il cortile. Fu quasi distrutta durante l'eruzione del 1631. Fu ristrutturata la facciata che possiamo ammirare ancora oggi. La villa consente l'accesso alla spiaggia.
Villa Materi della Casata Carafa. E' divisa in due strutture la villa col giardino "la comune vecchia". La villa fu espropriata parzialmente per consentire la costruzione di Via LibertÓ nel 1948.
Villa Buono del Principe Bartolomeo della Ricca in localitÓ Riccia. Resta di questa struttura solo un rudere dell'esedra con la cappella.
I bagni della Regina sono una villa sulla costa presso la spiaggia. E' in realtÓ la Villa del duca d'Elboeuf il generale di Carlo VI che fece costruire nel 1710. E' Una grande struttura architettonicamente complessa ricca di reperti archeologici. La villa Ŕ oggi quasi abbandonata.
Villa Orsini Ŕ a Bellavista e fu della duchessa Elena. Comprende una Cappella interna.
Villa Maltese del Vaccaro, sulla strada che porta ad Ercolano fu costruita nel 1730. Fu restaurata agli albori del 1900 purtroppo tenendo poco conto della struttura originaria. Si conserva ancora il giardino, una vasca e le statue di marmo. dedicata alla santa Croce.
Infine a Portici ci sono altre piccole strutture inferiori un po' sparse qua e lÓ.

ERCOLANO

Dicevamo che le ville di gran fattura architettonica sono quelle costruite nel 1700 lungo il Miglio d'Oro da Ercolano a Torre del Greco. Una prima visita a quelle di Ercolano: Una delle pi¨ famose Ŕ
Villa Campolieto,
che fu residenza dei nobili di Casacalenda. Dopo circa un secolo la Villa appartiene all'Ente Ville Vesuviane ed Ŕ sede di convegni e concerti internazionali, di manifestazioni teatrali di gran prestigio culturale.
Villa Favorita della casata Barretta, fu in seguito acquistata dal Principe di Aci e Campofiorito. Fu infine proprietÓ di Ferdinando IV di Borbone. La moglie di Ferdinando, Maria Carolina d'Austria la denomin˛ Villa Favorita perchÚ le ricordava quella di Schonbrun.
Villa dei Padri Barnabiti, oggi sede del Comune Ŕ una villa neoclassica  acquistata alla fine del 1800 per avere una prestigiosa sede comunale. La Villa ha una bellissima sala consiliare e un'annessa Villa Comunale.
Villa Ruggiero fu proprietÓ barone Enrico Petti intorno al 1730. Dopo l'unitÓ d'Italia fu acquistata dai Ruggiero. E' sede della Biblioteca Comunale. Villa Signorini Ŕ presso l'antica Via Cecere. La Villa dispone di ampi saloni per convegni, concerti, cerimonie, ecc. come la Campolieto.


    TORRE DEL GRECO
Da Ercolano a Capo Torre incontriamo, dopo Campolieto e la Favorita, Villa Matarazzo, la Villa Carmela abbattuta insieme a diverse altre, nonchÚ ville di minore interesse storico. Vediamo quelle importanti, sopravvissute.
Villa delle Ginestre di proprietÓ di Giuseppe Ferrigni che ospit˛ Giacomo Leopardi. Fu ristrutturata agli albori del 1900 aggiungendo terrazzo e colonnato. E' risaputi che il poeta qui scrisse "La ginestra" e "Il tramonto della luna". Villa Prota, ampio il portale d'ingresso con due balconi laterali. Dalla villa parte una stradina che conduce direttamente a mare.
Villa Aurisicchio-Cicchella di proprietÓ di Giuseppe Aurisicchio, guardiacaccia di Ferdinando IV.
Villa Vallelonga del Vanvitelli costruita nei primi del Settecento, ristrutturata poi nel 1843 cadde in un pietoso degrado fino agli anni 80. Ancora ristrutturata Ŕ oggi sede della Banca di Credito Popolare come Sede Centrale.
Villa del Cardinale voluta costruita da Gennaro De Laurentiis nel 1744, fu subito proprietÓ del cardinale Spinelli poi del cardinale Prisco.La villa comprende un ampio parco nella parte posteriore.La struttura presenta nella facciata un busto di S. Gennaro. Un ampio salone s'impone subito. Numerosi gli affreschi settecenteschi di Giuseppe e Gaetano Magri.
Masseria di Donna Chiara, oggi in completo abbandono fu della figlia di Carlo Invitti che nel Settecento spos˛ Flavio Gurgo di S. Chiara. Villa S. Gennariello, Ŕ caratterizzata dalla Statua di S. Gennaro in positura di protezione dall'eruzioni vesuviane.
Villa Prota, ha un'enorme portale sulla strada. Un lungo viale, quindi, che conduce alla villa propriamente detta. E' una struttura interessante sia dal punto di vista storico che architettonico.
                                                          Luigi Mari

Template free di questa pagina: kathje_me@yahoo.com website: http://clix.to/kathje