Puoi anche Tu inserire qui
un nuovo
argomento

  Torna all'indice
Comunità

Puoi anche Tu intervenire a questo argomento o invia un post alle e-mail private

Argomento presente: « ASSOCIAZIONI PRESEPISTI TORRESI »
ID: 9543  Discussione: ASSOCIAZIONI PRESEPISTI TORRESI

Autore: Michele Tuoro  - Email: m.tuoro@virgilio.it  - Scritto o aggiornato: lunedì 24 novembre 2014 Ore: 11.45


Nasce l’Associazione Presepisti Torresi

E’ stata inaugurata la scorsa domenica, tra l’entusiasmo degli oltre cento presenti, l’Associazione Presepisti Torresi. La neonata Associazione torrese trova le sue radici tra persone umili, amanti dell’arte presepiale pronti a divulgare questa nobile arte ai tanti appassionati che vi aderiranno. L’idea di fondare una nuova associazione sul territorio torrese nasce nel cuore e nella mente di cinque suoi adepti, Antonio Sorrentino, Enrico Cigliano, Silverio Marrazzo, Angelo Ciaravolo ed Antonio De Simone.
Alla cerimonia di inaugurazione, tenutosi nei locali parrocchiali, nonché sede logistica dell’associazione, della chiesa di S. Maria del Carmine, sono intervenuti il vice parroco e padre spirituale dell’Associazione Don Mario Pasqua, il presidente della quinta commissione Rosario Rivieccio, il consigliere comunale Giovanni Palomba e l’assessore alla cultura Liborio D’Urso.

L’Associazione e le opere frutto dei suoi associati, saranno visibili al pubblico già dal prossimo Natale, con la mostra presepiale prevista nella chiesa di S. Maria del Carmine per la quale l’assessore alla cultura Liborio D’Urso, già ha manifestato la disponibilità dell’Amministrazione Comunale ad affiancare l’iniziativa. A fine cerimonia, l’Associazione ha già potuto contare tra le sue fila più di venti soci tra cui nomi capisaldi dell’arte presepiale torrese.
“Il presepe è parola di Dio trasformatasi in arte per poter permettere a qualunque persona, non importa di quale etnia o credo, dì leggere in esso il vangelo. Sono queste le prime parole espresse da Antonio Sorrentino, socio fondatore della neonata associazione presepistica. Ne fanno testimonianza, continua Sorrentino, gli innumerevoli auguri che ci sono pervenuti da tante associazioni presepiali, italiane ed estere, che da tempo ci onorano della loro stima ed amicizia, una su tutte "l'associazione spagnola di Navarra". Tutto ciò è meraviglioso per me che nel presepe ho sempre visto un mondo fatto di sincerità, amicizia e soprattutto onestà. Presepe è la parola del Signore. Il presepe deve dare messaggi di fede in nostro Signore, non farci vantare come valenti artisti.

Questa associazione nasce con l’intento di valorizzare il presepe. Valorizzare qualsiasi opera che uno è in grado di saper costruire, prospettiva o non prospettiva, colore o non colore. Certo chi ne saprà di più metterà a disposizione il proprio sapere per far crescere gli altri…questo è associazione. Se si deciderà di qualcosa lo si farà con tutti gli iscritti e non solo con le persone che fanno parte del gruppo direttivo che solo per motivi organizzativi deve esserci. Perché un’altra associazione sul territorio torrese? Sono cresciuto, presepisticamente parlando, vicino alla figura di mio padre che nel presepe vedeva un suo mondo. Era un presepe fatto di carta ma per lui, come per me, era…il presepe.
Poi nel mio rione, da bambino, ho apprezzato presepi più artistici di quello di mio padre e mi riferisco alle opere di artisti come Nino Aprea e Tammaro Frulio. Ebbene, avvertivo nelle loro opere lo stesso messaggio che dava quello di mio padre…l’umiltà. L’essere umili davanti al signore e mai vantarsi dei propri pregi. Quest’associazione, conclude Sorrentino, nasce con l’intento di valorizzare l’arte del presepe, parola di Dio messo in arte. Valorizzare l’arte attraverso gli artisti che la compongono. E’un ente morale senza scopo di lucro, apartitico e apolitico.
Nasce con l’intento di creare vincoli di fraterna amicizia tra i soci che la compongono e promuovere attività socio-culturali che hanno come un unico obbiettivo l’amore per questa nobile arte che ne fa di Torre del Greco la capitale in assoluto. Le iscrizioni sono aperte a tutti in particolar modo ai giovani e non lega in vincoli i suoi iscritti permettendo loro di partecipare anche a vite sociali di altri enti. L’unico obbligo è : Amare il Presepe”.

Michele Tuoro del giornale "Il Torrese"
Redazione Torreomnia
Quickribbon

 
 

ID: 16704  Intervento da: la redazione  - Email: info@torreomnia.it  - Data: lunedì 24 novembre 2014 Ore: 11.45

.

ID: 15318  Intervento da: la redazione  - Email: info@torreomnia.it  - Data: martedì 11 dicembre 2012 Ore: 13.46

.

ID: 9950  Intervento da: la redazione  - Email: info@torreomnia.it  - Data: mercoledì 17 dicembre 2008 Ore: 15.08



Antonio Sorrentino è lieto di invitarvi alle mostre presepiali che l’associazione presepisti torresi di Torre del Greco ( NA ) ha allestito.

Giovedì 18 dicembre 2008, inaugurazione ore 10,00, e fino al 23 dicembre 2008 nell’ambito della manifestazione “ MERCARTE” agli ex MULINI MERIDIONALI MARZOLI, in via calastro Torre del Greco.

Venerdì 19 dicembre 2008, inaugurazione ore 20,00 con concerto di musiche natalizie a seguire, e fino al 1 febbraio 2009 chiesa S. M. del Carmine, P.za L. Palomba Torre del Greco

Sabato 20 dicembre 2008 , inaugurazione ore 18,00, e fino al 18 gennaio 2009 palazzo baronale, via plebiscito Torre del Greco.
In attesa di un vostro riscontro vi saluto

Per informazioni: Antonio Sorrentino Cell. 3388020690



ID: 9937  Intervento da: Veronica Mari  - Email: veronicamari@libero.it  - Data: martedì 16 dicembre 2008 Ore: 13.29





ID: 9900  Intervento da: Mari virna  - Email: virnapaola@hotmail.com  - Data: giovedì 11 dicembre 2008 Ore: 13.31



ID: 9544  Intervento da: Michele Tuoro  - Email: m.tuoro@virgilio.it  - Data: giovedì 9 ottobre 2008 Ore: 15.40



Una superba interpretazione di "Bianco Natale" per coro e orchestra.

QUELLO DI TORRE DEL GRECO
E' UNO DEI PIU' RIUSCITI PRESEPI VIVENTI
DELLA CAMPANIA


PRESEPE VIVENTE A CAPPELLA BIANCHINI – TORRE DEL GRECO

Parrocchia del S. Cuore, Cappella Bianchini. (Testo del torrese Giuseppe Speranza)
Cappella Bianchini originariamente prende il nome dal conte Bianchini. Il conte Epofrodisio Bianchini originario di Chietl il 28-6-1917 comprava dai fratelli Cristofaro e Giovanni Perrone una masseria di moggia 50 compresa la parte boschiva e la parte agricola.

La rappresentazione della nascita di Gesù a Betlemme con personaggi reali di Torre del Greco - S. Maria La Bruna – Cappella Bianchini.La Contea Bianchini era compresa limitatamente dalla zona a monte della parrocchia compreso la zona interessata al presepe vivente ove esisteva una costruzione del 700 adibita a Chiesa nel 1750 (oggi civile abitazione) con intitolazione alla Immacolata Concezione. Nell’anno 1916 del mese di maggio e del giorno otto la sig.ra Maria Battaglia vedova del sig. Giuseppe Izzo fu Nicola con atto 21/59 del Notaio Ludovico Sorrentino donava alla comunità il suolo per edificare una nuova chiesa (cappella rurale) con inizio dei lavori nell’anno 1123-1935.
Il giorno 25/04/1944 la chiesa ( cappella rurale) diviene parrocchia affidandone la conduzione al mons. Carmine Apice fino all’1-12-1983 data del suo decesso.
Al mons. Apice vi succede come amministratore parrocchiale il sac. Giuseppe Sorrentino che ne ottiene il possesso il 04/05/1985 officiato da S. E. Cardinale Corrado Ursi allora arcivescovo metropolita dl Napoli.


Ogni anno cambiano i personaggi oppure si scambiano i ruoli. Chi, ad esempio, l'anno prima ha fatto il verduraio, l'anno dopo fa S. Giuseppe.

Nell'anno 1990 il gruppo giovanile parrocchiale con la collaborazione del comitato di quartiere "Torre nord" organizza la prima edizione del "presepe vivente" durante l’amministrazione retta dal prof. Antonio Cutolo sindaco di Torre del Greco, (1997 N.d.r.) il Comitato organizzatore del presepe vivente composto dai gruppi parrocchiali giovanili, ministranti, volontari e componenti il comitato Torre Nord, la Foto-Video Fantasy, chiese ed ottiene dalla amministrazione comunale il patrocinio includendo il presepe vivente nei programmi annuali delle manifestazioni natalizie.
Già dai primi anni la manifestazione ha riscosso l’attenzione della stampa richiamando pubblico anche dalle regioni vicine come Lazio, Basilicata e Puglia.
L’organizzazione intende valorizzare ulteriormente la manifestazione per attirare un pubblico più numeroso da tutte le province e comuni della Campania.

Giuseppe Speranza
Presidente del Comitato Torre Nord di Torre del Greco

LE RIPRESE E LA POST PRODUZIONE DEI FILMATI CHE SEGUONO SONO DI LUIGI MARI



Presepe Vivente 1997 - Torre del Greco - 1


Presepe Vivente 1997 - Torre del Greco - 2


Presepe Vivente 1997 - Torre del Greco - 3

Errata corrige: Sulla pergamena che appare in quest'ultimo filmato di legga 1997 e non 1887

In Torreomnia:
www.torreomnia.com/tradizioni/presepio_vivente/set_fra_pres_vivente.htm


Puoi anche Tu intervenire a questo argomento o invia un post alle e-mail private

 Ogni risposta fa saltare la discussione al primo posto nella prima pagina indice del forum. L'ultima risposta inviata, inoltre, che è la seconda in alto a questa pagina "leggi", aggiorna sempre pure data e ora della discussione (cioè il messaggio principale),
pur se vecchio.

T O R R E S I T A'

Autore unico e web-master Luigi Mari

TORRESAGGINE